RC Auto: risparmi con l’auto a benzina

La RC auto è l’assicurazione obbligatoria che ogni automobilista, proprietario di un mezzo deve avere con regolare contratto assicurativo e rispettivo tagliando legale esposto sul veicolo che ne attesti il pagamento e validità. Negli ultimi anni i consumatori si sono lamentati del caro prezzi assicurativo, le compagnie si sono giustificate, affermando che i prezzi sono lievitati a causa delle truffe e incidenti fraudolenti a danno delle compagnie assicurative stesse, che si sono verificate con un’elevata frequenza nell’ultimo decennio.

Il governo è stato chiamato a intervenire affinché questo fenomeno possa essere controllato, e di fatti, qualcosa si sta muovendo. Sono stati studiati dei compromessi, grazie ai quali gli automobilisti possono pagare la polizza auto con degli sconti importanti; uno dei tanti rimedi studiati per l’anno 2015, è l’inserimento della scatola nera sul veicolo, questa ha il compito di vigilare sul mezzo, inviando i dati telematici nel momento in cui avviene un sinistro stradale, e poi anche nel caso in cui si deve inviare una chiamata di soccorso automatico, grazie al dispositivo delle chiamate di emergenza.

Risparmi con l’auto a benzina, costi maggiori con metano

Una delle ultime occasioni di risparmio con l’auto è dato anche dal tipo di alimentazione del mezzo stesso; se trattasi di auto a benzina i costi sono inferiori rispetto invece a un automobile a metano. I dati sono stati comunicati in seguito a uno studio eseguito da S.O.S Tariffe, il quale ha rivelato che se possiedi un auto a benzina paghi un’assicurazione con il 21% in meno rispetto a un’auto a metano, i dati si incentrano soprattutto nel centro e sud Italia rispetto al nord del paese. Perché tale differenza?

Le compagnie adottano degli sconti studiando anche il chilometraggio eseguito durante l’anno e ne esce che le auto alimentate a metano percorrono, per via del prezzo di quest’ultimo, molti più chilometri rispetto a quelle a benzina, per cui sussiste una maggiore incidenza e probabilità di riscontrare incidente automobilistico.

Sono state rilevate anche altre percentuali importanti che avvalorano l’importanza e l’uso dei dispositivi elettronici: è stata registrata una riduzione del 25% dei sinistri, un dato importante e fondamentale per le assicurazioni che si sentono disposte a concedere sconti agli automobilisti, anche in virtù dei dati sopra dichiarati. Gli incidenti fraudolenti sono destinati a diminuire con il controllo elettronico, per cui gli automobilisti potranno sperare in preventivi assicurativi maggiormente favorevoli, ma non è tutto, anche in caso di furto del veicolo, con l’inserimento del GPS, si è registra un tasso dell’82% di mezzi ritrovati in più, ma cosa ancor più rilevante e degna di nota, è la riduzione dei tempi di attesa in caso di sinistro, si stima un 50% di tempo in meno  dell’intervento dei soccorsi nel caso in cui accada un incidente.

Il numero degli incidenti registrati nelle diverse città italiane influisce notevolmente sul prezzo della polizza assicurativa, di fatti, come sopra accennato, si registra un picco elevato di sinistri nel meridione d’Italia, questo comporta per i cittadini del sud un prezzo più caro per la polizza RC auto; Napoli è quella più penalizzata, in quanto è la città dove si registra un maggior numero di incidenti stradali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *