Assicurazioni false, forte crescita in tutta Italia

Secondo quanto afferma Adnkronos sulla base delle segnalazioni dell’Ivass, l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni di Bankitalia, sta continuando a crescere l’allarme per le polizze assicurative contraffatte: si tratta principalmente di contratti Rc auto di compagnie che non esistono nel nostro Paese o non abilitate a operare in Italia. Un fenomeno che tuttavia riguarda anche le polizze vita e le polizze fideiussorie, praticamente quadruplicate nel corso del 2016.

Il fenomeno – prosegue Ivass – rischia di assumere delle proporzioni davvero preoccupanti. E a tal fine, l’authority ricorda come, accanto ai casi di contraffazione materiale, stiano esplodendo sempre di più i casi di commercializzazioni di polizze irregolari legate principalmente alla ricerca di contratti su Internet. In termini cronologici, l’ultimo caso che è stato segnalato all’Ivass è cronaca di pochi giorni fa, e riguarda i siti internet brokeriamo.it, galloassicurazioni.com e assipuntodrive.com, non riconducibili a intermediari regolarmente iscritti al Registro Unico degli Intermediari Assicurativi, pur riportando i riferimenti e i numeri di iscrizione corrispondenti a degli intermediari che sono regolarmente iscritti (e che hanno dichiarato la loro estraneità alle attività svolte mediante i tre siti di cui sopra).

Sulla base di quanto sopra, l’Ivass richiama pertanto l’attenzione degli utenti e degli intermediari sulla circostanza che l’eventuale stipulazione di polizze Rc auto intermediate da siti come quelli sopra segnalati può comportare per i contraenti l’insussistenza della copertura assicurativa e per gli operatori che agiscono, lo svolgimento di un’attività che non è consentita dalle vigenti disposizioni normative. Pertanto, e in linea più generale, l’authority ricorda di verificare sempre, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi contratti siano emessi da imprese e intermediari che siano regolarmente autorizzati o che siano regolarmente abilitati allo svolgimento dell’attività assicurativa nel nostro Paese.

Da inizio anno a oggi, anche in tal senso non mancano i casi più eclatanti. Tra i principali, la segnalazione di casi di commercializzazione di polizze rc auto temporanee contraffatte intestate alla società BTA INSURANCE COMPANY SE con sede legale in Germania, GABLE INSURANCE AG con sede legale in Liechtenstein, HASICSKA VZEJEMNA con sede in Repubblica Ceca, T.U.I.R. WARTA S.A. con sede elgale in Polonia, GREAT LAKES REINSURANCE SE con sede in Regno Unito, CHINA TAPING INSURANCE CO LTD con sede in Regno Unito, AIG EUROPE LIMITED con sede in Regno Unito, COLONNADE INSURANCE S.A., Grazer Wechselseitige Versicherung Aktiengesellschaft, COMPANIA DE ASIGURARI – REASIGURARI EXIM ROMANIA SA con sede in Romania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *