Assicurazione auto, le compagnie sono obbligate a stipulare contratto?

Uno dei temi più discussi in ambito assicurazione auto, è relativo al fatto se le compagnie assicurative abbiano – o meno – l’obbligo di stipulare un contratto nei confronti di qualsiasi soggetto richiedente. In altre parole, recandoci da una compagnia assicurativa possiamo o no ottenere un rifiuto alla volontà di stipulare un contratto RCA?

Assicurazioni auto, tra obbligo e poca convenienza

In linea di massima, nel panorama normativo italiano non esistono obblighi a contrarre. Il mondo delle RCA è tuttavia lievemente diverso, anche considerando il fatto che le polizze rc auto sono obbligatorie per legge.

Pertanto, come ricordato dalla stessa IVASS, le imprese di assicurazione sono tendenzialmente obbligate a prestare l’assicurazione rc auto alla propria clientela, accettando di fatto le richieste di copertura da parte dei consumatori. In tal proposito, l’IVASS coglie altresì l’occasione per ricordare come l’eventuale rifiuto di rilasciare una polizza rc auto vada immediatamente segnalato allo stesso Istituto, che procederà a compiere accertamenti, e porre in essere le conseguenti attività di vigilanza.

Le imprese hanno infatti l’obbligo di accettare la richiesta di copertura applicando le condizioni di polizza e le tariffe che hanno preventivamente stabilito e reso pubbliche sui propri siti internet e nelle agenzie.

In ogni caso, è ben possibile che la sottoscrizione non sia completamente autonoma, visto e considerato che le imprese – prima di stipulare il contratto – possono ben verificare e accertare l’identità del contraente e dell’intestatario del veicolo (se persona diversa) e i dati che sono contenuti nell’attestato di rischio, al fine di poter attribuire correttamente la classe di merito.

Ancora, l’IVASS ricorda come se la compagnia, una volta stipulato il contratto, accertasse che il contraente non aveva diritto alla classe di merito che gli era stata assegnata, potrà procedere a una rettifica, applicando i conseguenti correttivi di tariffa. Infine, si ricorda altresì che le imprese non possono condizionare il rilascio della polizza rc auto alla sottoscrizione di qualunque altro contratto, tranne che nell’ipotesi di una polizza con la clausola di franchigia a recupero garantito.

Pertanto, riassumendo, le compagnie assicurative non possono rifiutarsi di stipulare una polizza rc auto alle condizioni pubblicizzate e, se così fosse, l’utente ha ben diritto di rivolgersi all’IVASS, che effettuerà gli opportuni accertamenti e le idonee azioni di vigilanza. Naturalmente, il rifiuto da parte della compagnia assicurativa potrebbe comunque essere interpretato come una scarsa fiducia reciproca e, forse, varrebbe la pena cercare maggiore fortuna altrove…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *