L’assicurazione sulla salute che cos’è e come funziona

L’assicurazione sulla vita è diventato un atto quasi dovuto nei confronti delle persone care con cui viviamo, sono utili soprattutto nelle famiglie monoreddito e assumono una rilevanza fondamentale nel momento in cui sussistano determinate condizioni: come la stessa definizione asserisce, tale polizza assicurativa ha il compito di tutelare l’utente e famiglia quando dovesse manifestarsi l’impossibilità di lavorare a causa di una malattia o anche sostenere eventuali spese per malattia.

Questo genere di assicurazione nel nostro paese non è ancora molto conosciuta e usata, all’estero invece, è quasi una prassi comune, che tutti i portatori di reddito in un nucleo famigliare accenda un contratto di assicurazione salute per salvaguardare se stessi e i loro cari nel caso in cui debba manifestarsi una condizione grave, tanto da danneggiare la situazione economica dell’assicurato  Sono diverse le condizioni contrattuali delle agenzie assicurative, ci sono quelle che prevedono infortunio e malattia o anche solo una delle due condizioni, spesso legate al tipo di lavoro svolto, età e altri requisiti che vanno discussi nel momento in cui si procede con la stesura del contratto assicurativo.

Assicurazione malattia cosa copre e quando

Ci sono diverse categorie di polizze sulla salute, una di queste è l’assicurazione Malattia, ossia quella formula contrattuale che copre le spese in caso d’infortunio e o malattia, anche quando l’assicurato è costretto a subire un intervento chirurgico o ricovero presso alcune strutture specializzate, vediamo nel dettaglio quali possono essere le spese coperte con una di queste polizze sulla salute.

  • Tra le spese previste è incluso l’onorario del chirurgo e prestazioni della sala chirurgica con tutto il materiale necessario e utilizzato per l’intervento
  • Eventuali trattamento di fisioterapia e trattamenti infermieristici
  • Periodi di ricovero, degenza
  • E ancora in caso di trapianto di organi, ci sono alcune polizze che prevedono questo caso specifico (non per tutte le agenzie, per cui è bene verificare bene nel dettaglio tutte le eventuali condizioni previste nel momento in cui si stipula il contratto).
  • Sono incluse anche eventuali analisi diagnostici inerenti a intervento chirurgico e anche per eventuale acquisto di protesi nel caso in cui sia necessario
  • Sono incluse tal volta anche spese relative a esami diagnostici eseguiti nel periodo successivo all’eventuale intervento chirurgico.

Quelli sopra indicati sono  solo alcuni probabili indicazioni previsti da queste forme di contratto assicurativo, nel dettaglio le diverse agenzie preposte, hanno i loro canoni specifici su cui basano il loro operato, stabilendo massimali e premi assicurativi in relazione al singolo utente che richiede il preventivo e intende accendere un contratto assicurativo sulla salute o malattia.

Alcune agenzie assicurative possono includere come opzioni speciali anche altre postule come oggetto di eventuale rimborso.

L’aborto spontaneo e o terapeutico o ancora ricovero per parto, ma in questi casi le assicurazioni stabiliscono i massimali specificando se trattasi di parto naturale o cesareo.

Bisogna prestare attenzione quando si vuole accedere a un contratto assicurativo di questo genere, tal volta alcune voci non specificate, possono sembrare sottointese dall’assicurato, che preferisce non chiedere ulteriori commenti o chiarimenti: grave errore.

Tal volta se non è specificato nella forma contrattuale, alcune condizioni sono fuori da eventuale massimale, come per esempio spese mediche e diagnostiche senza il ricovero, se questo non è bene iscritto nel contratto, possono essere spese escluse dal rimborso del capitale, per cui, prestate sempre attenzione a ogni minima parte inclusa nel documento contrattuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *