L’assicurazione domestica a che cosa serve

L’assicurazione domestica è una polizza obbligatoria ai sensi della legge 493/1999 utile contro gli infortuni domestici, il suo equivalente in termini economici da versare è pari a € 12,91, esistono delle esenzioni nel seguente caso: quando il soggetto ha un reddito personale che non supera la cifra di € 4.684,11 e non ha un reddito complessivo famigliare che supera la soglia dei 9.296,22 euro. In questi casi interviene lo Stato che pagherà per conto dell’utente la polizza in oggetto.

Infortuni domestici, proteggersi

Come proteggersi dagli infortuni domestici? Tale polizza è stata istituita a favore di quelle persone che prestano la propria opera per la cura della casa, pulizia della stessa senza ricevere alcun compenso in denaro, persone che prestano la loro opera in maniera gratuita. L’assicurazione domestica nei casi e nei termini indicati dal regolamento, in caso d’infortunio serio e grave, ricambia all’assicurato una rendita mensile per tutta la vita. Nella norma che regola tale assicurazione, sono indicati tutti i casi gravi e seri con le dovute percentuali previste per ogni triste evento; anche in caso d’invalidità e o infortunio particolarmente gravoso per il soggetto, sono previste delle quote specifiche sempre relazionate al danno subito.

La casa, un luogo pieno di pericoli

La casa da sempre è il luogo atto alla protezione dei singoli soggetti, individui uomini e donne, i quali si sentono protetti al suo interno, eppure, dati statistici affermano che esiste una percentuale importante, che attesta con chiarezza, che gli infortuni domestici sono numerosi, e una cifra particolarmente alta di persone interessa ogni anno sono vittime di incidente domestico. La casa può essere piena d’insidie, spesso basta un nulla per cadere a terra, sbattere contro un armadio, scivolare su un pavimento bagnato, bruciarsi mentre si cucina e potrei stare qui a elencare una serie di eventi sfortunati che possono accadere chiusi in casa. I pericolo sono sempre in agguato.

Questa polizza è obbligatoria dal 2001 ed è rivolta a soggetti, uomini e donne, come già sopra detto, atta a tutelarli nel caso in cui si verifichino incidenti con gravi ripercussioni fisici sullo stesso soggetto. Una gamba rotta o un braccio operato d’urgenza e ancora oggetti negli occhi, come spray per le pulizie e o altro possono essere pericolosi, nei casi indicati dalla norma, il soggetto  se assicurato può chiedere indennizzo e risarcimento per il danno subito.

Cosa copre

La copertura dell’assicurazione domestica pagata all’Inail prevede un indennizzo all’assicurato in caso sussistano i requisiti indicati dalla legge, ossia se l’infortunio domestico, sia grave e serio tanto da riportare un’invalidità permanente nella percentuale del 27%.  In quest’ultimo caso, l’indennizzo mensile è uguale a € 166,79, in casi d’invalidità al 100%, la cifra arriva fino a € 1.153,33.

Purtroppo possono verificarsi incidenti decisamente drammatici, come la caduta da una scala o altro supporto o anche cadendo e sbattendo la testa su uno spigolo o sul pavimento, casualità gravi che possono in alcuni casi portare il decesso dell’assicurato stesso; in caso di morte chi paga tale assicurazione domestica, permetterà agli eredi di ricevere un capitale, il cui importo è calcolato con le stesse modalità previste per gli infortuni sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *