Monthly Archives: marzo 2016

Assicurazione P2P: niente incidenti? Vi rimborsa parte del premio…

È il sogno di tanti automobilisti. Non fate nessun incidente? Non solo la compagnia assicurativa vi tratterà meglio il prossimo anno, bensì anche in quello attuale si dichiarerà disponibile a restituirvi una parte del premio pagato per poter rendere merito al vostro comportamento virtuoso. Una polizza che si chiama Friendsurance ed è già un concreto successo in Germania, dove spopola non solamente nelle quattro ruote, bensì anche nelle aree casa e vita.

La polizza assicurativa funziona in modalità P2P. Ovvero, organizza gli assicurati per gruppi omologhi (per età, reddito, composizione familiare, ecc), e a fine anno riconosce un parziale rimborso nel caso in cui l’assicurazione non sia stata utilizzata per far fronte a imprevisti pregiudizievoli. Stando a quanto rende noto Eva Genzmer, portavoce della compagnia assicurativa, nel corso del biennio 2013/2014 più dell’80% dei clienti avrebbe ricevuto in media il 33% dei premi. Insomma, chi nel corso del 2014 ha pagato per la propria polizza di responsabilità civile auto un premio di 621,63 euro, e non ha avuto alcun incidente, ha avuto un rimborso a fine anno di 226,17 euro.

Assicurazione auto e dichiarazione dei redditi

patto-gestione-lite

Il tempo della dichiarazione dei redditi si sta avvicinando a grandi passi. E, come ogni anno, si avvicina anche il momento in cui si rende necessario raccogliere tutta la documentazione utile per poter comprendere cosa poter scaricare, e cosa no. Purtroppo, una delle voci di tradizionale detrazione – la polizza di assicurazione auto – negli ultimi anni ha subito radicali mutamenti. Ecco cosa c’è da sapere.