Come acquistare un’assicurazione attraverso un intermediario

Oltre che presso le compagnie assicurative, i contratti di assicurazione possono essere stipulati anche mediante intermediari assicurativi, ovvero soggetti che – professionalmente – presentano o propongono prodotti assicurativi o riassicurativi, prestano assistenza e consulenza finalizzata all’appena citata attività, e collaborano proattivamente nella gestione e nell’esecuzione dei contratti stipulati.

Intermediari assicurativi, chi sono?

Gli intermediari assicurativi sono dunque quei soggetti iscritti nel Registro Unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI), individuabili come agenti, broker, loro collaboratori, produttori diretti delle imprese, intermediari finanziari, SIM, banche, uffici postali.

In occasione del primo contatto con il potenziale cliente, l’intermediario assicurativo dovrà consentire all’utente un documento nel quale verranno riepilogati i principali obblighi di comportamento ai quali si dovrà attenere e – prima della sottoscrizione della proposta di stipula del contratto assicurativo – dovrà altresì consegnare una dichiarazione nella quale risulteranno, in modo chiaro e univoco, i suoi dati essenziali (sostanzialmente, nome, cognome, recapito telefonico, denominazione della società per la quale opera, e così via).

Considerate tale cautele, tutti coloro i quali desiderano stipulare un contratto assicurativo nei confronti di un soggetto assicurato dovranno avere cura di verificare sempre la qualifica professionale di chi hanno di fronte e, ulteriormente, il rapporto che l’intermediario intrattiene con l’impresa che offre la prestazione.

Come ricordava correttamente l’IVASS in una sua recente guida, in alcuni casi si sono sviluppati inoltre dei network di vendita molto capillari denominati comunemente “multilevel marketing” o “network marketing”, in cui il venditore procaccia clienti che a loro volta possono diventare venditori, e percepisce una remunerazione sia sul contratto che ha direttamente venduto, sia sui contratti venduti dagli altri componenti della rete che egli stesso ha contribuito ad arruolare (con un meccanismo “a piramide”).

Dinanzi a tali fenomeni, sempre più diffusi, si ricorda come i soggetti che coordinano il network devono avere un regolare mandato di agenzia, e ogni componente della rete stessa deve essere iscritto al RUI. Inoltre, la presentazione dei contratti di assicurazione deve avvenire esclusivamente con modulistica che viene predisposta dall’impresa, mentre il contenuto delle proposte di assicurazione, preventivamente numerate, non può essere modificato.

Infine, si evidenzia come nel momento in cui viene accettata la proposta, o al momento in cui viene trasmessa la polizza definitiva, devono essere indicati chiaramente e per iscritto la struttura o il numero verde cui sarà possibile rivolgersi per poter ottenere l’assistenza post – vendita. In caso di dubbi e interrogativi è possibile domandare assistenza all’IVASS (ivass.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *