Assicurazioni online in forte crescita

Secondo quanto rivela un’analisi condotta da Nextplora, il boom del digitale nel settore delle assicurazioni starebbe continuando di ottimo ritmo, tanto che 9 italiani su 10 conoscono i comparatori online e ben 6 italiani su 10 dichiarano di poterli utilizzare per poter acquistare una o più polizze assicurative. In aggiunta a ciò, nel corso del 2016 il web è diventato di gran lunga il canale informativo privilegiato per scegliere la propria assicurazione. Oltre ai comparatori online, gli assicurati utilizzano infatti i siti internet delle varie compagnie, o ancora i preventivi rapidi, i blog, i forum, i siti istituzionali e portali del settore di riferimento auto.

Ancora, nell’analisi condotta da Nextplora si scopre come i comparatori online siano considerati dagli italiani come utili, attendibili e competitivi, e sono preferiti ad altri strumenti poichè consentono di effettuare un confronto semplice e rapido tra le polizze dirette e le polizze tradizionali, soprattutto per quanto concerne il tentativo di risparmiare con la polizza di assicurazione auto. Sono invece una percentuale minoritaria coloro che li considerano esclusivamente una forma di promozione pubblicitaria, che non sarebbe però adatta – almeno per il momento – a proporre delle soluzioni complete ed affidabili.

Infine, buone notizie sembrano provenire dal settore del mobile, considerato che un numerose sempre più ampio di assicurati sta dichiarando di essere disposto ad utilizzare lo smartphone o il tablet per poter comunicare con la propria compagnia assicurativa. La scelta è peraltro condivisa e incentivata dalle stesse istituzioni: è di qualche giorno fa la notizia secondo cui il Ministero dell’Interno ha autorizzato l’esibizione del certificato di assicurazione dell’auto anche attraverso i dispositivi mobili. Nel lato delle app, si noti come un quarto dei clienti delle polizze dirette dichiara di aver scaricato l’applicazione della propria compagnia assicurativa, ma solamente alcuni la utilizzano effettivamente con frequenza. I dati calano, invece, se ci si rifiersice ai clienti delle polizze tradizionali.

Il mercato assicurativo vola dunque a due velocità: da una parte una quota più numerosa di clienti che si apre alla tecnologia; dall’altra parte una quota non irrilevante che è ancora legata ai sistemi tradizionali ma che presto dovrà comunque adattarsi al nuovo che avanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *