Assicurazioni malattia, l’importanza delle convenzioni

I contratti di assicurazioni malattia possono prevedere che la copertura delle spese possa essere prestata attraverso un’assistenza diretta, o con rimborso. Nella prima ipotesi il pagamento avverrà direttamente a carico della compagnia, mentre nella seconda ipotesi il pagamento verrà effettuato dall’assicurato, con la compagnia che procederà a effettuare un rimborso, a fronte di presentazione di fattura e altri documenti giustificativi.

Considerata l’ampia differenza delle due modalità di pagamento di cui sopra, è consigliabile verificare con grande attenzione la possibilità di fruire alternativamente della prima o della seconda ipotesi. Pertanto, prestate molta cautela nella consultazione delle condizioni contrattuali della polizza di assistenza sanitaria e, soprattutto e in caso di possibilità di usufruire di una prestazione diretta, consultate l’elenco delle imprese convenzionate (disponibile generalmente sul sito internet della compagnia assicurativa).

È infatti bene ricordare che spesso le compagnie assicurative offrono la possibilità di optare per una struttura o per un medico non convenzionati: fate attenzione se tale ricorso comporta una esclusione o una riduzione delle spese rimborsabili, rispetto a quanto si potrebbe complessivamente ottenere ricorrendo alla prestazione diretta.

Non solo: nel caso in cui vi affidiate a una impresa convenzionata, prestate la giusta cautela nel comprendere se questa riguarda solamente la clinica che presterà il servizio, o anche i medici che vi operano (o, eventualmente, una sola parte di essi).

In sintesi, prima di richiedere la prestazione sanitaria, è bene verificare che il medico cui ci si rivolge sia compreso nell’elenco dei medici convenzionati che operano presso la struttura prescelta. Solamente in tale ipotesi, infatti, l’assicurato non dovrà sostenere alcun costo (se la polizza prevede l’assistenza diretta); in caso contrario il soggetto assicurato dovrà affrontare la spesa, la quale verrà rimborsata solamente a cartella clinica “chiusa”.

Al momento del sinistro vi consigliamo inoltre di seguire attentamente e con precisione la procedura prevista nelle condizioni contrattuali. Eventuali inesattezze o mancanze (o, ancora, ritardi rispetto ai termini previsti all’interno delle condizioni contrattuali) potrebbero infatti costituire un ostacolo per il corretto ottenimento dell’indennizzo: meglio evitare le contestazioni da parte della compagnia assicurativa e, di conseguenza, procedere a un congruo percorso per ottenere il rimborso dovuto.

Infine, vi consigliamo di consultare con periodicità l’elenco delle strutture convenzionate sul sito internet della compagnia assicurativa. È infatti molto probabile che nel corso del contratto l’elenco possa cambiare, attraverso l’inclusione di nuove strutture convenzionate e l’esclusione di altri istituti: una consultazione mensile o bimestrale vi consentirà di essere sempre aggiornati, in caso di necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *