Assicurazioni auto, nuovo calo dei prezzi nel secondo semestre

I prezzi delle assicurazioni auto continuano a calare in tutta Italia, con una flessione pari all’1,5% nel secondo semestre del 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un valore assoluto medio nazionale di 776,09 euro rispetto ai 787,24 euro della seconda metà del 2014. Cresce inoltre il numero degli utenti che abbina alla propria polizza RC Auto la copertura contro le ipotesi di furto e incendio, e altre garanzie accessorie: la platea sale infatti dal 14,3% al 15,8% del totale dei soggetti assicurati in ambito quattro ruote.

A comunicare i dati è stato l’osservatorio di Segugio.it, che ha precisato altresì come la tendenza ad abbinare sempre più clausole integrative alle polizze RCA potrebbe essere derivata dal miglioramento della situazione economica, che ha trainato come conseguenza (unitamente alle buone prestazioni del mercato auto) il rialzo del numero di “prime” polizze di auto nuove, in aumento dello 0,9% e di auto usate, in aumento dello 0,4%.

In aggiunta a quanto sopra, l’osservatorio sottolinea come i dati positivi possano essere estesi anche nei confronti del c.d. “best price” raggiunto nel terzo trimestre 2015, con punte di poco più di 410 euro (- 14% rispetto al 2014, e ben – 28,3% rispetto al 2011).

Per quanto riguarda una distribuzione territoriale dei costi, i contratti di assicurazione meno costosi sono stati stipulati a Milano, con il capoluogo lombardo che dunque si contraddistingue come uno dei capoluoghi di regione in cui gli assicurati pagano le tariffe più basse, con una media di 702,31 euro, il 9,51% in meno rispetto alla media nazionale. Bene anche l’andamento delle tariffe di Bolzano, con prezzi di 543,24 euro, contro i 619,28 euro dello stesso periodo dello scorso anno, e premio risultato inferiore, rispetto alla media italiana, del 30%.

Tra le altre città metropolitane italiane, a Roma il costo medio di un premio assicurativo è stato pari a 829,92 euro nel secondo semestre, più alto del 6,94% rispetto al dato nazionale, ma il 5% in meno di quanto non fosse stato evidenziato nello stesso periodo dello scorso anno.

Per quanto infine riguarda Napoli, la città con il prezzo più alto, nel terzo trimestre dell’anno il costo medio è di 1.568,58 euro, 18 euro in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il centro in cui gli assicurati possono vantare le tariffe più basse è invece Oristano, per un costo pari a 499,08 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *