Assicurazioni auto novità: il tagliando elettronico

Un’importante novità nel settore delle assicurazioni auto è l’arrivo dal 1° aprile 2015 del tagliando elettronico, ossia il contrassegno consegnato dalle compagnie assicurative con il quale si attesta il pagamento dell’assicurazione obbligatoria RCA, nel quale sono indicati i dati dell’assicurazione e numero di targa del veicolo assicurato.

Questa soluzione è stata studiata per combattere il triste fenomeno delle frodi assicurative che negli ultimi anni ha causato un aumento dei premi assicurativi, tanto che i consumatori hanno chiesto al governo un intervento deciso e forte per regolarizzare l’aumento dei prezzi delle polizze che negli ultimi anni ha fatto registrare cifre  tanto elevate, da portare gli automobilisti a individuare soluzioni alternative. Una di queste è la richiesta di preventivi e registrare contratti con le assicurazioni on line, che fino a qualche anno fa erano viste con scetticismo e con qualche nota di sospetto. Gli automobilisti hanno accettato quest’altra soluzione anche in relazione ai loro preventivi concorrenziali, competitivi e soprattutto più accessibili rispetto alle classiche compagnie fisiche.

Inoltre, purtroppo sono aumentate le vetture i cui proprietari ignorando gli obblighi di legge, circolano senza il pagamento della RCA, con tutti i rischi che questo comportamento comporta, non solo multe salatissime in caso di controllo, ma anche e soprattutto esisti devastanti per i trasgressori in caso di sinistro stradale. In virtù di quanto detto, sono aumentati anche i contrassegni contraffatti, ossia le falsificazioni dei tagliandi applicati nel solito posto, sul parabrezza dell’auto, con l’intento di ingannare eventuali forze dell’ordine durante un controllo di routine.

I controlli saranno effettuati tramite dispositivo elettronico, al passaggio delle vetture questo leggerà le targhe dei veicoli, che nell’immediato invieranno la registrazione dei dati ricevuti nelle banche dati dei canali preposti al controllo, in questo modo si risalirà al nome del proprietario del mezzo e si potrà constatare subito se il mezzo è in regola con il pagamento dell’assicurazione RCA.

Gli obblighi delle assicurazioni

Tra i vari obblighi delle assicurazioni, c’è l’invio del tagliando elettronico tramite servizio offerto dal loro sito internet agli assicurati, questi ultimi avranno una pagina personale ove poter scaricare il tagliando elettronico, in alternativa, su richiesta del cliente, potrà essere inviato tramite posta elettronica o anche attraverso un servizio di app per smartphone o tablet. Le assicurazioni dovranno inviare l’attestato di rischio agli assicurati trenta giorni prima della scadenza della polizza, come già avviene da tempo, con in più l’aggiunta di alcuni dati importanti nel documento, di fatti saranno inseriti oltre gli elementi inerenti la classe di merito, anche eventuali sinistri a carico del cliente, indicando anche se questi hanno causato danni alle persone, cose e o entrambe.

Un altro obbligo delle assicurazioni è la trasmissione presso una banca dati elettronica, tutti gli elementi dichiarati nello stesso attestato di rischio.

Questa novità partirà dal mese di aprile 2015, ci sarà tuttavia tempo fino al 31 ottobre dello stesso anno per mettersi in regola con tutti gli adempimenti dettati dal regolamento.

Conclusione

In conclusione questa soluzione sarà importante per gli automobilisti e le assicurazioni, porterà un taglio ai prezzi delle polizze (si spera), grazie anche all’abbattimento dei costi che le compagnie hanno sempre sostenuto per la creazione dei classici taglianti cartacei e relativi contratti; eliminando il tagliando cartaceo, si azzerano i costi inerenti all’acquisto della carta e quindi della stampa, con tutto quello che comporta: spreco di denaro per comprare gli accessori, non solo la carta, ma anche uso di stampanti e toner. Inoltre, a giovarne sarà anche l’ambiente, si ridurrà l’inquinamento causato dai fattori sopra citati e si risparmierà sulla produzione della carta, che come sappiamo comporta uno strappo alla natura, al contempo gli inchiostri utilizzati rendono la carta stessa non riciclabile e quindi lasciata al macero nei luoghi preposti, con tutto quello che comporta per il nostro pianeta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *